Sobre nosotros

Home > Fertilità > Come ci si comporta in caso di ‘sterilità di origine sconosciuta’?

Come ci si comporta in caso di ‘sterilità di origine sconosciuta’?

514
0

Le coppie con questa diagnosi hanno esattamente le stesse possibilità di concepire mediante riproduzione assistita che hanno le coppie con una sterilità per cause conosciute

infertilidad_300x249

Due coppie su dieci che si sottopongono a un esame basico di infertilità ricevono una diagnosi di sterilità di origine sconosciuta. Sotto questo nome si raggruppano quei casi in cui, dopo aver fatto una serie di esami per rilevare delle anomalie nella fertilità, tutto risulta apparentemente normale. Così, sebbene la difficoltà di concepire sia evidente, non è possibile stabilire da un punto di vista medico quale sia il fattore responsabile.

Di fronte a questa situazione è necessario essere ottimisti e non perdere le speranze. E le buone ragioni ci sono: le coppie con sterilità di origine sconosciuta hanno esattamente le stesse possibilità di concepire mediante tecniche di riproduzione assistita che hanno le coppie con una sterilità per cause conosciute. Questo è dimostrato da numerosi studi e dalla nostra vasta esperienza nel campo della riproduzione.

L’età e il tempo trascorso, fattori chiave
Si valuteranno vari fattori, tra cui sono determinanti l’età della donna ed il tempo trascorso senza rimanere incinta. Tutto ciò contribuirà a definire quale tecnica sia la più idonea, potendo ricorrere all’Inseminazione Artificiale o alla Fecondazione in Vitro. Quest’ultima sarà la tecnica più consigliata —sempre dopo aver condotto un esame personalizzato— soprattutto per quelle coppie che cercano di concepire da oltre 2 anni e in cui la donna ha più di 35 anni.

Buone ragioni per sperare
Oltre a favorire il concepimento, le tecniche di riproduzione assistita offriranno alla coppia preziose informazioni sulla causa della loro sterilità. Mentre l’esame basico di infertilità analizza le variabili a riposo, le tecniche di riproduzione assistita agiscono come se si sottoponessero le ovaie e lo sperma a prove di sforzo. In questo modo si possono scoprire patologie o alterazioni nascoste che giustificano l’assenza della gravidanza.

Una volta appresa la diagnosi di sterilità di origine sconosciuta, in definitiva, non abbiamo motivo di pensare che il nostro sogno di essere madre sia svanito. Dobbiamo semplicemente accettare che ci tocca intraprendere un nuovo cammino.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Messaggi consigliati

Start typing and press Enter to search