Sobre nosotros

Home > Aspetti Emozionali > Dopo il trasferimento embrionale… Astinenza?

Dopo il trasferimento embrionale… Astinenza?

926
0

Il tipo di trattamento di riproduzione assistita da Lei seguito e la fase in cui si trova determinano se può mantenere rapporti sessuali con il partner

Dopo il trasferimento embrionale… Astinenza?

“Dopo il trasferimento embrionale, quanti giorni devo aspettare per mantenere rapporti con il mio partner?”, “Se faccio sesso in qualche momento del trattamento, posso alterare il risultato?”… Queste sono domande abituali che le pazienti rivolgono nello studio del medico. Il sesso forma parte della nostra vita, ed è una parte fondamentale nella relazione con il nostro partner. Per questo motivo, è normale avere dubbi al riguardo quando stiamo seguendo il trattamento.

Guidati dal nostro specialista in riproduzione assistita, il Dott. Daniel Mataró, La aiutiamo a risolverli. Prima di tutto, dobbiamo sapere che secondo il tipo di trattamento che stiamo seguendo, le indicazioni saranno diverse.

Fecondazione in vitro: attendere una settimana

“Nel caso di seguire una fecondazione in vitro con ovuli propri sarà necessario mantenere una settimana di astinenza sessuale”, spiega il Dott. Mataró. Il motivo è evidente: in questo tipo di trattamento la stimolazione delle ovaie è considerevole e fa sì che le stesse aumentino di grandezza. Di conseguenza, mantenendo rapporti sessuali con penetrazione si può arrivare a muovere l’ovaia e questo sarebbe doloroso per la donna. “Per evitare qualsiasi molestia di questo tipo, noi consigliamo di stare almeno una settimana senza praticare sesso con penetrazione vaginale”, afferma.

“In altri trattamenti, invece” –come la fecondazione in vitro con donazione di ovuli, fecondazione in vitro con trasferimento di embrioni congelati o inseminazione artificiale– “il tipo di medicazione è diversa e non esiste rischio di dolore durante i rapporti sessuali. Così, in questi casi, non sarà necessario aspettare qualche giorno per mantenere rapporti con il partner”, continua.

E prima del trasferimento?

A volte le pazienti dubitano anche se mantenere o no rapporti dal momento in cui iniziano il trattamento, con la stimolazione ovarica. “Nel caso di seguire un’inseminazione artificiale, sebbene i rapporti sessuali non siano controindicati, l’uomo dovrà ricordare che è necessario mantenere un’astinenza tra i 2 e i 3 giorni prima di depositare il campione di sperma”, spiega il Dott. Mataró. “Solo nel caso delle fecondazioni in vitro con ovuli propri, sebbene le relazioni non siano controindicate, le stesse possono causare dolore alla donna, dovuto alla stessa stimolazione”. Questo consiglio è valido anche per il momento prima e dopo la puntura follicolare, e prima del trasferimento embrionale.

Nessuna influenza sul risultato

“Sebbene sia vero che il sesso dopo il trattamento di riproduzione assistita non è un ampio tema di studio, esistono delle pubblicazioni che indicano che mantenere rapporti sessuali oppure astenersi non modica il risultato del trattamento”, spiega il Dott. Mataró. In tal senso, i rapporti possono mantenersi perfettamente prima e dopo il trasferimento embrionale –tranne in quei casi in cui si indichi astinenza- dopo una beta positiva, e durante le settimane successive. “Si può agire nello stesso modo che con una gravidanza naturale: i rapporti sessuali, salvo che non esista un fattore medico specifico, non sono controindicati”, conclude.

Ha qualche dubbio su questo o un altro tema? Può scriverci un commento a continuazione e un medico della nostra équipe Le risponderà personalmente.

Riferimenti
The effect of intercourse on pregnancy rates during assisted human reproduction. K. P. Tremellen, D. Valbuena, J. Landeras, A. Ballesteros, J. Martinez, S. Mendoza, R. J.Norman, S. A. Robertson and C. Simon. Human Reproduction vol.15 no.12 pp.2653–2658, 2000.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Messaggi consigliati

Start typing and press Enter to search