Sobre nosotros

Home > Aspetti Emozionali > Come interagire con le donne fertili?

Come interagire con le donne fertili?

28
0

Avere fiducia nel futuro è la chiave per rimanere tranquille e non provare nessuna emozione negativa

Vedere ogni giorno amiche, vicine o colleghe incinte, o con bambini appena nati o molto piccoli, diventa un calvario quando restare incinta è una lotta costante. Le feste e le riunioni familiari si tingono di sofferenza e malessere. Un annuncio di gravidanza di una conoscente fa venire un nodo in gola. Insomma, l’ideale sarebbe vivere isolate, chiuse a casa o in esilio su un’isola preparata apposta per le donne infertili! Ma, ovviamente, ciò non è possibile e ci si sente sempre più sole e incomprese. Sarà che non è ben accompagnata? Essere ben accompagnate nel mezzo della propria sofferenza e lotta, renderà più facile accettare la gravidanza delle altre donne. Il cammino della procreazione assistita è lungo e doloroso: non esiti a rivolgersi a un gruppo di appoggio, a un’associazione, a un coach o a uno psicologo.

Cerchi di domare la Sua pazienza, perché è proprio la pazienza l’arma che Le permetterà di percorrere con tranquillità il cammino un po’ più lungo e caotico verso la maternità. Per questo, si concentri in altri progetti. Scopra una nuova passione, sviluppi il Suo spirito creativo, segua altri sogni… Cerchi il modo di rinfrescare la Sua mente, un modo di rilassarsi. Di fronte a un cammino che può durare vari mesi, o anni, è importante non focalizzare tutta la Sua vita, le Sue relazioni sociali, di amicizia e familiari attorno a questo progetto di bambino.

Abbia fiducia in se stessa. Il Suo cammino verso la maternità è, semplicemente, un po’ più lungo rispetto alla maggior parte della gente che conosce. Avere fiducia nel futuro è la chiave per rimanere tranquille e non provare nessuna emozione negativa, né ansia, né invidia, né rabbia quando ci si trova con donne incinte o neogenitori.

Si lasci andare, relativizzi le cose e accetti la FIVET. Non la prenda come un fallimento personale e vada oltre il lutto del bambino naturale. Se non ha ancora superato questa fase, soffrirà ogni volta che vedrà un pancione. Accetti questa prova e queste difficoltà e lotti per raggiungere il Suo obiettivo. L’importante è sapere di avere soluzioni alla portata di mano, sentirsi amata e motivata con il progetto più bello che possa esistere e godere di buona salute per affrontare una gravidanza e far nascere un bambino…

Si rallegri per tutte quelle donne che non devono vivere l’esperienza che sta affrontando Lei. Un trattamento di procreazione assistita è talmente duro da non augurarlo a nessuno. Si rallegri del fatto che ci sono coppie che non hanno bisogno di aiuto medico per creare una famiglia. Si appoggi alla solidarietà e all’aiuto reciproco di queste donne, non serbi loro rancore. Non si dimentichi che è proprio grazie al fatto che altre donne concepiscano senza difficoltà che Lei ha a disposizione un’altra soluzione, se necessaria: la donazione di ovociti. Le donne che hanno fatto o faranno una o due donazioni di ovociti Le permetteranno di conoscere la felicità di essere mamma…

Frédérique Vincent
Dopo aver terminato gli studi, Frédérique Vincent fa la valigia e va in Inghilterra. Lì conosce il suo futuro marito. Si sposano nel 2008. I mesi e gli anni passano molto veloci senza che arrivi una gravidanza. All’inizio non importa: sono molto occupati con il loro tempo libero, lo sport e i viaggi. Poi però, il desiderio di avere un figlio diventa un’ossessione. Quando inizia il trattamento di fertilità, decide di iniziare a scrivere il suo diario di donna infertile. Molto velocemente, le persone a lei vicine la incitano a continuare a dare la sua testimonianza… Oggi è madre di tre bambini e autrice di La promesse du mois, libro testimonianza dell’infertilità.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Cargando…

Lascia un commento

Recent Posts

Start typing and press Enter to search