Sobre nosotros

Home > Aspetti Emozionali > Le difficoltà per concepire La fanno sentire sola?

Le difficoltà per concepire La fanno sentire sola?

702
0

Se, a differenza di quanto succede nel Suo circolo, Lei non riesce a rimanere incinta questo può farLa sentire isolata. Condividere la Sua esperienza o cercare sostegno Le faranno scoprire di non esserlo

La maggior parte delle persone che riscontra difficoltà per ottenere la gravidanza si sente sola in qualche momento del suo viaggio verso la fertilità. Può darsi che sia inevitabile provare una certa distanza rispetto a amici che hanno avuto figli facilmente e che sono immersi in una nuova vita familiare. Non deve sorprendere neppure non sentirsi sempre a proprio agio quando ci si trova in mezzo a colleghi di lavoro, familiari o amiche che aspettano un bambino.

Iniziare dal capire che questi sentimenti sono una risposta naturale a quello che sta vivendo può essere d’aiuto. Quando desidera avere un bambino, può darsi che senta che le Sue amicizie cambiano se chi forma parte del Suo circolo inizia a rimanere incinta. È molto probabile che le loro priorità e interessi cambino e che Lei non sia più così vicina come lo era prima a persone le cui vite sono cambiate in un modo in cui la Sua non l’ha fatto. Ciò non significa che la Sua amicizia si sia persa per sempre; ma, spesso, è più difficile stare con coppie che aspettano un bambino che con amici che sono già genitori. E questo può farLa sentire sola.

Nessun altro sta vivendo la stessa cosa

Forse penserà di non conoscere nessuno con problemi di fertilità se nessuno dei Suoi amici, familiari o colleghi sembra vivere delle difficoltà. La realtà può essere molto diversa. Sappiamo che circa una persona su sei troverà degli ostacoli per ottenere la gravidanza, per cui la probabilità che Lei non conosca nessuno che non stia passando per questa situazione è davvero minima. La cosa più probabile è che non ne abbiano parlato con nessuno. Naturalmente, i motivi possono essere molti: per molte persone è difficile condividerlo, altre tengono molto alla loro intimità in un tema così personale e non vogliono che nessuno provi pena per loro o le giudichi.

L’infertilità rappresenta ancora un certo stigma, e non tutti hanno voglia di confidare i loro problemi a chi li circonda. Certamente, è molto probabile che neanche Lei abbia detto niente a nessuno di quello che Le succede. In questo caso, il Suo circolo penserà semplicemente che Lei non è ancora pronta per affrontare la maternità o che non ci ha nemmeno pensato.

Perché parlarne può aiutare

Un altro effetto positivo del parlare della Sua situazione, se è in grado di farlo, è che troverà altre persone che condivideranno subito le loro esperienze con Lei. Molte La sorprenderanno, poiché persone che Lei pensava non fossero minimamente interessate ad avere figli o che pensassero solo alla loro carriera, si trovano in pieno trattamento di fecondazione in vitro. O può darsi anche che familiari di un’età maggiore rispetto a Lei Le raccontino storie di gravidanze infruttuose di cui non aveva idea. Creare vincoli e fare amicizia con persone che capiscono di cosa sta parlando può essere di grande aiuto.

Creare vincoli e fare amicizia con persone che capiscono di cosa sta parlando può essere di grande aiuto.

Anche conversare con un professionista è una buona idea. Psicologi o terapeuti sperimentati in questioni di fertilità sono più che familiarizzati con i sentimenti di isolamento che sorgono in questi casi e potranno offrirLe sostegno. Forse penserà di non aver bisogno dell’accompagnamento emozionale che la Sua clinica di fertilità offre, ma non è mai una cattiva idea riunire tutto l’aiuto che ha a Sua disposizione per sentirsi riconfortata durante il trattamento.

Amicizia e fertilità

Non c’è motivo perché le nuove amicizie si limitino ai Suoi circoli. Unirsi a un gruppo di appoggio o a un forum online su fertilità può essere un modo eccellente di conoscere altre persone che stanno vivendo esami e trattamenti di riproduzione assistita. Anche se pensa che non faccia per Lei, provarlo potrebbe dare risultati sorprendentemente positivi, poiché il semplice fatto di stabilire un contatto e di condividere esperienze è già di per sé prezioso.

È naturale che ogni tanto Le capiti di sentirsi sola durante il Suo viaggio verso la maternità, ma si ricordi che ci sono milioni di persone in tutto il mondo che affrontano problemi di fertilità e che probabilmente si sentono isolate come Lei. Ovunque Lei si trovi, può dedicargli un pensiero affettuoso e sentirsi meglio pensando che qualcuno in qualsiasi parte del mondo Le risponderà con un altro messaggio di sostegno.

 

Kate Brian
Écrivaine et journaliste
Kate Brian est journaliste et auteure de quatre livres à propos de la maternité et de la fertilité, y compris The Complete Guide to IVF. Kate a commencé à écrire sur l’infertilité du point de vue des patientes après avoir suivi elle-même un traitement de fécondation in vitro.
Actuellement, Kate collabore avec plusieurs médias en tant qu’experte en fertilité et rédige son propre blog, où elle publie les dernières informations concernant les sujets liés à la fertilité ainsi que des conseils utiles et des ressources pour les personnes qui essaient d’avoir un bébé.

Vous êtes-vous retrouvée dans une situation semblable ? Lancez-vous et partagez votre expérience avec nous ! Vous pouvez également nous suivre sur nos réseaux sociaux.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Messaggi consigliati

Start typing and press Enter to search