Sobre nosotros

Home > Fertilità > Perché per la riproduzione assistita stimoliamo le ovaie?

Perché per la riproduzione assistita stimoliamo le ovaie?

226
0

La stimolazione ovarica consiste nel somministrare alla donna farmaci ormonali per ottenere più di un ovulo per ciclo

Perché per la riproduzione assistita stimoliamo le ovaie?

 

Una volta decisa la tecnica di riproduzione assistita a cui si sottopone la paziente e dopo aver svolto tutto le analisi mediche necessarie, si inizierà la stimolazione ovarica. Lo scopo di questo trattamento è di rafforzare il ciclo mestruale della donna per aumentare l’attività ovarica e ottenere gli ovuli necessari alla successiva fecondazione.

La stimolazione ovarica verrà adeguata a ogni singolo caso in base al trattamento indicato, sia esso una fecondazione in vitro o un’inseminazione artificiale.

Rafforzare il ciclo naturale della donna

Il ciclo mestruale di una donna dura mediamente tra i 25 e i 35 giorni e si divide in due fasi. Nella prima, nell’ovaio, si sviluppano vari follicoli – le strutture che ospitano l’ovulo fino alla sua maturazione. Una volta maturo, l’ovulo si stacca: questo è il momento dell’ovulazione.

In un ciclo naturale, generalmente, solo uno dei follicoli si svilupperà fino alla fine, producendo così un unico ovulo. Il resto dei follicoli non riuscirà a crescere né a maturare. Nel frattempo, l’endometrio cresce e si prepara a una possibile fecondazione. Se questa non si verifica, l’endometrio si stacca e dà luogo alla mestruazione.

Il trattamento di stimolazione ovarica che si realizza nella riproduzione assistita va a integrare questo processo, facendo lavorare contemporaneamente entrambe le ovaie per ottenere più ovuli.

Nel caso della fecondazione in vitro, lo scopo è di ottenere vari ovuli per poterli fecondare e ottenere più di un embrione nel nostro laboratorio. Nel caso dell’inseminazione artificiale, invece, si cerca di ottenere due ovuli al fine di aumentare le possibilità di gravidanza, ma riducendo la possibilità di una gravidanza gemellare.

Un processo semplice e quasi senza disturbi

La stimolazione ovarica consiste nel somministrare giornalmente un farmaco a base ormonale, che si applica nella zona addominale, mediante una piccola iniezione a livello sottocutaneo. È talmente semplice da applicare che te la puoi somministrare da sola a casa. Se avessi qualsiasi dubbio, l’equipe di Eugin sarà sempre disponibile ad aiutarti.

Controlli medici

Prima di iniziare il trattamento, il medico effettuerà varie analisi, tra cui, un diagramma ormonale e un’ecografia transvaginale per verificare la tua riserva ovarica, ovvero, la tua capacità e il potenziale di produrre ovuli. Durante i giorni della stimolazione ovarica, è necessario che un medico si occupi del follow-up nel tuo luogo di residenza, con esami clinici ed ecografie per controllare il numero di follicoli e le relative dimensioni, al fine di seguire costantemente la risposta e l’evoluzione delle tue ovaie. Se preferisci puoi fare tutti i controlli presso Eugin.

In solo un paio di settimane e se le ovaie hanno risposto bene al trattamento, verrà somministrato un farmaco che provocherà la scarica ovulatoria, ovvero, l’ovulazione in modo programmato. Allora, la donna si recherà nuovamente alla clinica, sia per l’inseminazione artificiale sia per l’estrazione degli ovuli nel caso della fecondazione in vitro.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Messaggi consigliati

Start typing and press Enter to search