Sobre nosotros

Home > Fertilità > Come prepararmi al trasferimento embrionale

Come prepararmi al trasferimento embrionale

626
0

L’ultimo passaggio del trattamento di riproduzione assistita è l’introduzione degli embrioni nell’utero della donna in modo indolore e senza sedazione

trasferimento embrionale

Il trasferimento embrionale è uno dei momenti più speciali di tutto il processo, e sorprende sapere che è il più semplice. Si tratta di un procedimento che generalmente non richiede sedazione, e che, inoltre, è indolore per la donna. Sebbene non sia necessario che si presenti a digiuno, è importante che beva fino a un litro d’acqua nei momenti precedenti. Quali altre raccomandazioni è bene seguire?

Presentarsi in clinica in anticipo

Almeno 30 minuti prima, per poter parlare con i medici e i biologi sul procedimento. La paziente sarà accompagnata in ogni momento da un ginecologo e un embriologo. L’embriologo sarà colui che spiegherà alla paziente quali embrioni si introdurranno e quali sono le loro caratteristiche, e il ginecologo realizzerà il procedimento, che consiste nell’introduzione di un catetere attraverso il collo dell’utero per depositare gli embrioni all’interno.

Bere molta acqua e non urinare prima del trasferimento

Affinché la visualizzazione dell’utero sia migliore e faciliti la canalizzazione del collo dell’utero con il catetere, conviene presentarsi in clinica con la vescica piena. Non è necessario invece presentarsi a digiuno.

Se ha già realizzato un trasferimento embrionale in precedenza

Se questa non è la Sua prima volta, può stare tranquilla: saprà già come funziona. Tuttavia, se ha vissuto in precedenza inseminazioni o trasferimenti con un componente di stress aggiunto, e si sente molto nervosa, Le consigliamo di comunicarcelo prima del giorno del trasferimento. In certi casi, Le potremo somministrare una medicazione che La aiuterà a sentirsi più rilassata.

Evitare lo stress degli spostamenti

Il trasferimento embrionale è il momento culminante del processo di riproduzione assistita, e può darsi che si senta nervosa durante i giorni precedenti e posteriori. Dal punto di vista medico, non è necessario che stia a riposo dopo il trasferimento: non aiuterà a aumentare la probabilità di successo del trattamento. Tuttavia, se restare un paio di giorni a Barcellona La aiuta a sentirsi più tranquilla, può farlo: è una Sua decisione.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Recent Posts

Start typing and press Enter to search