Sobre nosotros

Home > Sto cercando una soluzione > Prima di iniziare… Che esami devo fare?

Prima di iniziare… Che esami devo fare?

990
0

Le analisi mediche previe al trattamento sono necessarie per ottenere una buona diagnosi

Dr Amelia Rodríguez-Aranda

Dr Amelia Rodríguez-Aranda

Prima di iniziare un trattamento di riproduzione assistita è necessario eseguire un’analisi completa, affinché il medico possa valutare correttamente la situazione e stabilire quale sia la tecnica più adeguata.

Gli esami che si fanno variano in funzione dell’età della donna e della tecnica di riproduzione assistita che sarà applicata. Gli esami uguali per tutte le donne sono l’analisi completa del sangue (che ci aiuterà a stabilire lo stato di buona salute generale della donna) e una visita ginecologica completa di citologia e ecografia transvaginale.

Nella maggior parte dei casi, si effettuerà anche una valutazione ormonale basale che consiste in un’analisi del sangue volta a conoscere la capacità della donna di produrre ovuli. Questo esame non sarà necessario nei casi in cui si decide a priori di ricorrere alla donazione di ovuli.

Esami specifici

Qualora si scelga l’inseminazione artificiale, e se la donna non è mai stata incinta, è necessario eseguire un’isterosalpingografia. Si tratta di un semplice esame che verifica che le tube non siano occluse e che non vi sia alcun ostacolo nel tragitto che gli spermatozoi compiono per giungere all’ovulo.

Alle donne di oltre 45 anni vengono richiesti esami aggiuntivi, quali la mammografia, un elettrocardiogramma o una glicemia. Questi esami vanno accompagnati da un certificato medico in cui si dichiara che lo stato di salute della donna è idoneo per una gravidanza.

In presenza di un partner uomo, si fanno gli esami sia a lui sia alla donna, al fine di avere un quadro completo. Così, tutti gli esami cui è sottoposta la donna saranno integrati da quelli del suo partner, di cui il più importante è lo spermiogramma, per realizzare la diagnosi migliore.

Fornire tutte le informazioni possibili

Durante la prima visita, qualsiasi informazione che la paziente possa fornire al medico sarà assai preziosa. Pertanto, presentare referti di trattamenti di Riproduzione Assistita già realizzati, sarà di grande utilità.

Se la paziente soffre di qualche malattia, dovrà presentare i referti del proprio specialista, in modo da valutare la presenza di aspetti rilevanti ai fini del trattamento di riproduzione assistita o della gravidanza.

Infine, è importante tener presente che per ogni singolo caso sarà realizzato uno studio personalizzato. Se il medico lo ritenesse opportuno, può richiedere ulteriori analisi, come una isteroscopia o un cariotipo (analisi dei nostri cromosomi mediante un esame del sangue).

Tutti gli esami medici pre-trattamento si possono fare nel luogo di residenza della paziente. Tuttavia, se si preferisse, si possono fare presso la Clinica Eugin in occasione della prima visita, iniziando il trattamento con maggiore comodità.

Per ulteriori informazioni sugli esami medici pre-trattamento di Riproduzione Assistita, accedi alla pagina delle FAQ

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Lascia un commento

Messaggi consigliati

Start typing and press Enter to search