Sobre nosotros

Home > Riproduzione Assistita – Dubbi > Punti essenziali per capire le percentuali di successo in riproduzione assistita

Punti essenziali per capire le percentuali di successo in riproduzione assistita

514
0

Articolo di Kate Brian, giornalista e autrice di 4 libri su maternità e fertilità

Punti essenziali per capire le percentuali di successo in riproduzione assistita

Quando sta valutando dove realizzare un trattamento di riproduzione assistita, quello che davvero vuole sapere è qual è la clinica che potrà aiutarla di più a restare incinta. Per questo, e come punto di partenza, Le sarà utile esaminare le percentuali di successo di ogni centro. Inoltre, la maggior parte delle cliniche Le mostrerà molto volentieri i loro risultati.

Quando si tratta di fare confronti, tuttavia, le cose non sono sempre così semplici come sembra e può essere difficile trarre conclusioni sulle Sue probabilità di successo concrete partendo dalle informazioni che trova.

Come si pubblicano le percentuali di successo?

Una delle cose più importanti da tenere in considerazione è che ogni clinica pubblica queste percentuali di successo in modo diverso. Pertanto, potrà confrontarle tra loro solo se è sicura che le informazioni sono presentate nello stesso modo nei vari centri.

Così, mentre certe cliniche pubblicano percentuali relative al numero di bambini nati, altre pubblicano le percentuali di gravidanze. Queste ultime saranno sempre più alte, poiché purtroppo non tutti i test positivi danno come risultato la nascita di un bambino.

Le percentuali di successo variano molto in funzione della Sua età, del Suo caso concreto e del fatto che realizzi il trattamento di fecondazione in vitro con i Suoi ovuli o con quelli di una donatrice. Se quello che consulta è una percentuale di successo media di una clinica che comprende qualsiasi tipo di pazienti e trattamenti, probabilmente avrà poco a che vedere con le Sue circostanze concrete.

Tenere in conto l’età

L’età è uno dei fattori decisivi quando si tratta di valutare le probabilità di successo di un trattamento di riproduzione assistita, poiché l’orologio biologico comporta che la fertilità di una donna diminuisca rapidamente una volta compiuti i 35 anni. Di conseguenza, le percentuali di successo si abbassano sensibilmente in funzione dell’età della donna. Inoltre, se tra le sue pazienti la clinica ha un gran numero di donne di quest’età, o maggiore, che seguono trattamenti di fecondazione in vitro, ciò si vedrà riflesso nelle sue percentuali di successo. Quello che davvero Le interessa sapere è la percentuale di successo per donne della Sua età, cosa che la maggior parte delle cliniche propone: questo Le sarà molto più utile.

Infatti, sono gli ovuli di una donna a fare davvero la differenza in termini di invecchiamento riproduttivo. Per questo motivo, le donne che ricorrono a ovuli di donatrice durante il loro trattamento non affrontano lo stesso declino riguardo all’età e alla fertilità. Questo significa che le probabilità di successo di un trattamento di fecondazione in vitro con ovuli di donatrice si mantengono più stabili, indipendentemente dall’età.

Che informazioni posso ottenere dalle percentuali di successo?

Le percentuali di successo possono darle un’idea generale sul buon funzionamento o meno della clinica e possono essere un punto di partenza utile sempre che tenga presente i loro limiti.

Le percentuali di successo di una clinica sono determinate in parte dal tipo di pazienti che si trattano in quel centro, la loro età e situazione. Se ci sono molte pazienti che si recano a quella clinica dopo ripetuti tentativi falliti in altri centri, se hanno problemi di fertilità più complessi o se hanno una certa età e continuano a utilizzare i loro ovuli, questo avrà un impatto diretto sulle percentuali di successo della clinica.

Certamente, quello che Le interessa sapere è la probabilità che esiste che rimanga incinta in quella clinica, ma è probabile che una percentuale di successo media abbia poco a che vedere con le Sue probabilità individuali di avere un bambino.

Se vuole avere un punto di vista più dettagliato su quali sono le Sue probabilità di successo, sarà meglio che ne parli con l’équipe medica che La sta trattando. Loro terranno in considerazione tutti i fattori relativi al Suo caso che possono influire sulle Sue probabilità e darle un’idea più realista sulle Sue probabilità di successo secondo le Sue circostanze personali.

Kate Brian
Giornalista e scrittrice

Kate Brian è giornalista, scrittrice e autrice di quattro libri sulla maternità e l’infertilità, tra cui The Complete Guide to IVF. Kate inizia a scrivere sull’infertilità dal punto di vista delle pazienti dopo aver seguito lei stessa un trattamento di fecondazione in vitro.

Attualmente Kate collabora con vari media in qualità di esperta di fertilità e scrive il proprio blog in cui apporta le ultime notizie e i punti di vista su tematiche associate alla fertilità, nonché consigli utili e risorse per chi sta cercando di avere un figlio.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Recent Posts

Start typing and press Enter to search