Sobre nosotros

Home > Fertilità > Quali segnali possono essere causa di infertilità?

Quali segnali possono essere causa di infertilità?

486
0

Identificare la serie di situazioni che portano a una minore fertilità può aiutare ad affrontare il momento del concepimento con maggiori garanzie

infertilidad_300x249

Avrò problemi di fertilità? La domanda ci assale quando dopo mesi e mesi di tentativi il test continua a risultare negativo. Dopo un anno senza rimanere incinta, la maggior parte delle coppie decidono di rivolgersi a uno specialista. Esistono dei segnali facilmente identificabili che ci indicano una situazione che può causare una bassa fertilità che, in alcuni casi, si può risolvere. Di seguito vi illustriamo alcuni di suddetti segni.
Il tipo di mestruazione può influire

La comparsa di mestruazioni dolorose potrebbe essere un segno di endometriosi. L’endometriosi è una patologia che colpisce la riserva ovarica e che, in casi gravi, altera l’anatomia pelvica ostacolando la gravidanza.

Avere mestruazioni dolorose e abbondanti può essere un indizio dell’esistenza di tumori benigni della parete uterina: sono chiamati miomi uterini. Se questi si localizzano all’interno della cavità endometriale (miomi sottomucosi) possono persino ostacolare il concepimento.

La presenza di cicli mestruali irregolari, specialmente se molto lunghi —quelli considerati regolari durano tra 25 e 35 giorni, con una media di 28 giorni— possono essere segni della sindrome dell’ovaio policistico. Questo disturbo provoca un’alterazione ormonale che impedisce l’ovulazione e, di conseguenza, la gravidanza. Questa situazione può verificarsi anche in casi di comparsa di acne e irsutismo (crescita eccessiva dei peli in certe parti del corpo).

Anche la amenorrea o assenza delle mestruazioni impedisce la gravidanza. Spesso è dovuta alla menopausa, ma in alcuni casi dipende da alterazioni ormonali che si possono correggere con un trattamento medico adeguato. È il caso delle donne con un peso basso o quello delle situazioni di disfunzioni tiroidee.

L’età, un fattore chiave

Sebbene l’età della donna non sia, di per sé, un segno di infertilità, non bisogna dimenticare che con il passare degli anni la fertilità diminuisce considerevolmente. Infatti, la riserva ovarica —la quantità di ovuli che hanno a disposizione le donne dalla nascita— col passare del tempo si riduce. In particolare è a partire dai 35 anni che le possibilità di rimanere incinta iniziano a diminuire in modo più evidente. Dobbiamo pertanto prestare particolare attenzione a questi segnali se iniziano a manifestarsi a partire da questa età.

D’altro canto, qualora si sia verificato un episodio di malattia pelvica infiammatoria o di salpingite (infezione e infiammazione delle tube di Falloppio) possono comparire aderenze e occlusioni tubariche. Se entrambe le tube sono occluse, la fecondazione naturale non è possibile ed è necessario ricorrere alla fecondazione in vitro.

Segnali di bassa fertilità negli uomini
Negli uomini è più difficile notare i segnali indiretti di un possibile problema di bassa fertilità. Tuttavia, bisogna segnalare che la presenza visibile di vene dilatate intorno alla sacca testicolare —conosciuta come varicocele— può alterare la corretta produzione di spermatozoi. Inoltre, nei casi di criptorchidismo —mancata discesa dei testicoli alla nascita, corretta tardivamente— può essere associata anche una minore qualità del seme e, pertanto, una maggiore difficoltà ad arrivare a una gravidanza.

In qualsiasi caso, se hai o credi di avere uno di questi segnali, noi ti suggeriamo di rivolgerti al tuo medico o ginecologo. Loro valuteranno se è necessario l’aiuto di un’equipe specializzata come quella che puoi trovare presso la Clínica Eugin.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Messaggi consigliati

Start typing and press Enter to search