Sobre nosotros

Home > Aspetti Emozionali > Sono in trattamento… ma la mia vita continua!

Sono in trattamento… ma la mia vita continua!

515
0

Il processo di riproduzione assistita non dovrebbe alterare in eccesso la Sua vita né forzarla a rimandare progetti vitali importanti per il Suo benessere

Sono in trattamento… ma la mia vita continua!
 
Quando si concentrano le proprie energie nel rimanere incinta, può esserci la tentazione di lasciare in sospeso altri aspetti della propria vita. Può darsi che si preferisca rimandare determinate cose se si sa che in breve si inizierà un trattamento di riproduzione assistita. Sono tanti e diversi gli aspetti della propria quotidianità che possono vedersi implicati: le vacanze, il lavoro, lo stile di vita o anche la stessa vita familiare.

L’impatto dell’attesa

Mentre aspetta di iniziare il trattamento può darsi che non si senta del tutto sicura, ad esempio, al momento di optare a una promozione sul lavoro o presentare la Sua candidatura per un’altra posizione, forse perché è consapevole che avrà bisogno di assentarsi dal lavoro in un determinato momento per seguire il trattamento o perché aspetta che l’occasione di prendere il congedo per maternità non tardi ad arrivare.

Può darsi che non si azzardi a prenotare le vacanze in qualche paese lontano, soprattutto se implicano movimento, come sciare o un lungo tragitto fino ad arrivare alla meta esotica scelta (in questi casi, può pensare che se restasse incinta prima del viaggio Le passerebbe la voglia di andarci). È anche possibile che Lei smetta di allenarsi per la maratona a cui voleva partecipare perché non oserebbe sottoporsi a tale sforzo se stesse aspettando un bambino. O che posticipi il trasloco previsto o altri cambiamenti che pensava di introdurre nella Sua vita quotidiana.

È la Sua vita

Sebbene ci siano alcuni aspetti delicati della Sua vita che è naturale posticipare quando sta per iniziare un ciclo di riproduzione assistita, ce ne sono altri che possono davvero aiutarLa a sopportare meglio il trattamento. Per questo motivo è sempre una buona idea pensare con calma prima di attivare il pilota automatico e mettere da parte certi progetti solo perché sta cercando di rimanere incinta.

Avere una vita completa La aiuterà durante l’intero processo, e assicurarsi di non dimenticare quello che Le piace davvero è molto importante. Alcune cose potrà adattarle o realizzarle in modo leggermente diverso; con altre, se ci pensa, forse arriverà alla conclusione che, dopo qualche mese, anche se è incinta non ci sono grandi differenze.

Tenga presente che se posticipa cambiamenti o sfide vitali, in seguito potrebbe arrivare a sentire rancore per se stessa e questo potrebbe essere una fonte di pressioni aggiunte. Ricordi che se fa dei piani e dopo scopre di essere incinta, la cosa peggiore che può succedere è che debba modificarli!

Identifichi quello che La fa divertire

Un’altra strategia utile per superare la sensazione che la Sua vita è in attesa è trovare del tempo per qualcosa di nuovo che ha sempre desiderato fare. Magari voleva iniziare un corso di ceramica, imparare il mandarino o collaborare come volontaria in un’ONG locale… Questo può essere un buon momento per far posto a quell’attività che non si toglieva dalla testa! Acquisire un’abilità o godersi una nuova esperienza può arricchire e rendere più piena la Sua vita, cosa che La aiuterà a sentire che è in grado di avanzare come persona mentre segue il Suo trattamento di fertilità. Di certo, non c’è motivo per cui debba essere un hobby o uno sport, si tratta solo di dare spazio a quello che sa che può contribuire a far sì che sia felice.

Si assicuri anche di trovare del tempo per condividerlo con il Suo partner; così potrete dedicarvi ad attività che avrete sempre desiderato fare insieme. Può essere qualcosa di così semplice come andare al cinema o a mangiare fuori. L’importante è condividere un tempo di qualità che La aiuterà a sentirsi molto meglio.

Infine, non si dimentichi che cercare appoggio professionale può essere di grande aiuto. Se si sente intrappolata nella routine, prendere un appuntamento per parlare con uno psicologo o un terapeuta è un passo avanti. Può servirLe per trovare un nuovo cammino e sentire che continua ad avanzare.

 
Kate Brian
Scrittrice e giornalista

Kate Brian è giornalista, scrittrice e autrice di quattro libri sulla maternità e l’infertilità, tra cui The Complete Guide to IVF. Kate inizia a scrivere sull’infertilità dal punto di vista delle pazienti dopo aver seguito lei stessa un trattamento di fecondazione in vitro.
Attualmente Kate collabora con vari media in qualità di esperta di fertilità e scrive il proprio blog in cui apporta le ultime notizie e i punti di vista su tematiche associate alla fertilità, nonché consigli utili e risorse per chi sta cercando di avere un figlio.

 
Si è trovata in una situazione simile? Condivida con noi la Sua esperienza! Può seguirci anche sulle nostre reti sociali.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Recent Posts

Start typing and press Enter to search